Come si fa la ceretta casalinga? Ecco i metodi Giusti per te

postato in: Bellezza, Benessere, Cosmesi | 0

In questo periodo di emergenza sanitaria sappiamo che i saloni di bellezza e le estetiste sono chiusi e la ceretta è quindi un vero miraggio.

Come possiamo quindi gestire la guerra al “pelo”? Ci sono diversi metodi, e con un po’ di esperienza e manualità si possono ottenere risultati soddisfacienti. Ecco i nostri consigli per tornare ad avere gambe belle e lisce!

Volendo possiamo scegliere tra: rasoio, crema depilatoria, rasoio elettrico, anche se, in ultimo, la ceretta resta senza dubbio la scelta da preferirsi.

Nei limiti del possibile, non fate l’errore di radervi con il rasoio, specie se non l’avete mai fatto prima, per evitare che i peli ricrescano più resistenti e alla velocità della luce.

Epilatore elettrico

Per le più audaci con una soglia del dolore basso, per una depilazione perfetta in casa non può esserci che l’epilatore elettrico. Ce ne sono ormai in commercio diversi modelli, tra cui quelli wireless. Con questi, potete depilarvi anche sotto la doccia o lontano dalla presa di corrente. E addio peli superflui per almeno 4 settimane.

Strisce depilatorie

Anche in questo caso potete scegliere tra diverse opzioni disponibili in commercio. Ci sono le classiche in cera o le più nuove in gel. Le strisce sono l’ideale per chi ogni mese necessita della classica ceretta fatta dalla propria estetista di fiducia. Purtroppo preparatevi e mettetevi il cuore in pace: il dolore è lo stesso.

Ceretta Araba fatta in casa

Difficile a credersi ma per creare una cera degna anche del miglior centro estetico bastano pochissimi ingredienti solitamente disponibili in tutte le cucine!

La ceretta araba è un’ttima soluzione: è efficace e soprattutto è soft e pressochè indolore. Inoltre, essendo fatta con prodotti naturali al 100%, qualsiasi residuo potrà essere rimosso semplicemente facendo una doccia ed evitando l’uso di altri prodotti “aggressivi” sulla pelle.

Cosa occorre per prepararla?

  • 1 Bicchiere di zucchero di canna o bianco
  • Il succo di mezzo limone
  • 1 Bicchiere scarso di acqua
  • 1 Cucchiaino di miele e un pizzico di sale

Procedimento

Versate in un pentolino o in una padella antiaderente il succo di limone unito allo zucchero. Mescolate tutto con un cucchiaino di legno, assicurandovi che il fuoco sia abbastanza basso. A piacere potrete aggiungere anche il miele e un pizzico di sale. Lasciate bollire il composto per una decina di minuti mescolando continuamente. Questo passaggio è molto importante perché vedrete che la miscela inizierà a cambiare colore, passando da trasparente a bianco e presentando una leggera schiuma sulla superficie.

Durante la “cottura” il colore cambierà ulteriormente diventando via via sempre più ambrato. A questo punto spegnete il fuoco e trasferite l’insieme dei vostri ingredienti in un barattolo o una ciotola, possibilmente di vetro. Non utilizzate contenitori di plastica. Lasciate quindi raffreddare il tutto.

Una volta che la “cera” si sarà raffreddata risulterà morbida (attenzione non deve essere liquida), ma nemmeno troppo solida. Possiamo quindi iniziare a lavorarla. E’ necessario bagnarsi le mani ed iniziare a manipolarla come se fosse un pezzo di plastilina. Mano a mano che viene lavorata, la cera diventerà più scura ed assumerà un colore più dorato. Ricordate che deve risultare sempre appiccicosa, ma non tanto da rimanere sulle dita o sulla pelle. Quando la cera sarà pronta, stendetela sulla pelle facendo attenzione che segua la direzione del pelo. A questo punto strappate con un tocco secco e deciso.

Unico accorgimento: i peli non devono essere troppo corti, in quanto non riuscirebbero ad essere intercettati dalla cera.

Una volta terminato, sarà possibile gettare il composto direttamente tra i rifiuti organici. Se non avete interamente utilizzato il composto per la vostra depilazione casalinga, la cera avanzata può essere conservata tranquillamente in frigorifero o in freezer. All’occorrenza può essere riutilizzata semplicemente scaldandola a bagnomaria o al microonde.

Grazie alla presenza del miele nel composto, questa ceretta è particolarmente indicata anche per le zone più sensibili, come le parti intime o i baffetti sul viso.

Fateci sapere nei commenti la vostra esperienza e se avete altre ricette condividetele!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *