Tagliarsi i capelli da soli in quarantena: consigli e trucchi Giusti per Te!

postato in: Bellezza | 0
capigliature fuori controllo

E’ ormai noto che parrucchieri e barbieri sono chiusi da diverse settimane e pare che lo resteranno ancora per molto tempo.
Sui vari profili social iniziano già ad impervesare foto con capigliature quasi fuori controllo e c’è chi ha già tentato di darsi al fai da te arrangiandosi come meglio possibile.

I risultati purtroppo non sono sempre dei migliori. Su Instagram l’hashtag #coronacut è una vera e propria sagra degli “errori” di taglio casalinghi, per non dire degli orrori!

Se siamo alle prese con frange troppo lunghe, doppie punte e un taglio ormai fuori posto o siamo proprio arrivati alla disperazione e stiamo per impugnare pettine e forbici ecco qualche utile consiglio per evitare di fare troppi danni e dover indossare un cappello da qui alla fine della quarantena.
La cosa importante da stabilire da subito è se si necessita solo di un ritocco, speranzosi nella ravvicinata riapertura dei parrucchieri, oppure se stiamo pensando a un cambio di look radicale.
Ovviamente, se non si ha un minimo di dimestichezza con gli strumenti, questa seconda opzione in questo momento è fortemente sconsigliata.

La cosa fondamentale è, prima di tutto, essere certi di avere a disposizione gli strumenti giusti iniziando dalle forbici. Non è infatti opportuno utilizzare delle forbici comuni ma vivamente consigliato di dotarsi di quelle specifiche per tagliare i capelli, con lame adeguatamente affilate.

strumenti da taglio

Le lame affilate sono veramente fondamentali e, volendo, le forbici professionali si possono acquistare online. Se non volete lavare o bagnare i capelli prima di dedicarvi al taglio, abbiate cura di avere a portata di mano uno spray con dell’acqua poiché avere i capelli umidi facilita il taglio. Assicuratevi anche di avere mollette, pinze ed elastici che sono necessari per tenere lontane tutte le parti di capelli che non volete o non è necessario sistemare.

Ricordati che è sempre meglio iniziare ad agire in base alla chioma:

  • se hai i capelli lisci puoi tagliarli anche da asciutti;
  • con i capelli leggermente ondulati è meglio tenerli bagnati;
  • se invece hai i ricci è sicuramente meglio lavarvi, asciugarli e poi tagliarli.

Vediamo ora qualche consiglio utile per il tuo nuovo taglio fai-da-te.

Capelli Lunghi

taglio capelli lunghi

Tagliare la frangia: raccogliete una porzione di capelli sopra la fronte e aiutandovi con un pettine per ottenere una specie di V capovolta. Se volete ottenere una frangia dritta e piena fate fare un mezzo giro alla ciocca di capelli; così facendo, il risultato sarà che i capelli a lato saranno leggermente più lunghi, incorniciando meglio il viso.
Magari testate diverse lunghezze finchè non siete soddisfatte del risultato, meglio accorciare poco alla volta piuttosto che andarci da subito con la mano pesante. Una volta tagliato, non si torna in indietro e non esiste il bottone “reset”.

Accorciare le lunghezze: Legate i capelli in una coda utilizzando due elastici. Uno per fermare la cosa sulla nuca e l’altro per definire il punto in cui tagliare. Sarà lì che andrà operato un taglio netto. Una volta asciutti, potrete andare a sfoltire le punte per avere un effetto meno netto.

Capelli corti

Anche nel caso di capelli corti occorre utilizzare gli strumenti giusti. In questo caso si parla, oltre che di forbici e pettine, anche di un rasoio a mano libera o di un rasoio elettrico.
Come sempre se volete cimentarvi ma non avete gli strumenti idonei, potete acquistare tutto il necessario direttamente online. Ci sono tantissmi negozi online specializzati che vendono tutto quello che può servire.

Il taglio corto può essere curato solo con qualche ritocco prestando maggiore attenzione al retro del collo, basette e giro delle orecchie. Per la base del collo basta utilizzare un rasoio manuale avendo cura di cospargere i punti da radere con un gel o un olio barba multifunzione. Anche in questo caso assicuratevi di eliminare solo il superfluo rimanendo larghi con le misure.

Per i più temerari dotati di apposito rasoio elettrico potete anche accorciare il vostro taglio così da farlo tornare ad essere il taglio di partenza. Occorre partire tracciando una linea guida sui lati che indichi la lunghezza definitiva da raggiungere. Tarate la macchinetta su una misura in più rispetto a quella desiderata e sfumate la linea tracciata.

Se vuoi tagliare i capelli ai figli o al tuo compagno, cerca nelle prime settimane di mantenere la forma originaria che ha dato il parrucchiere, limitandoti a intervenire solo dove si sono allungati troppo o sono particolarmente ribelli. Con i capelli inumiditi e pettinati, inizia vicino alle orecchie, ad esempio, e poi muoviti verso la nuca seguendo le stesse istruzioni sopra.

Per i tagli scalati la situazione si complica: in generale sarebbe meglio lasciar perdere e magari divertirsi cambiando semplicemente colore.

Meglio tenere sempre a mente che più i capelli sono corti, più saranno leggeri e, quindi, più si “accorceranno”. Quindi il consiglio vale sempre e comunque: non accorciare troppo!

Consigli per gli uomini

E gli uomini cosa possono fare? Il segreto è il trimmer o rasoio apposito dodato di pettine: per tagliare i capelli senza brutte sorprese è sufficiente regolare il livello del pettine e passare il trimmer sui capelli, per uniformare il taglio su tutta la testa.

E’ consigliabile inumidire i capelli e modellarli col pettine nel punto in cui vi sarà una differenza di lunghezza (dove parte la rasatura).

Più accurata sarà questa operazione, più facile sarà evitare errori dovuti alla mancanza di precisione. Anche in questo caso, è meglio iniziare con un pettine abbastanza “alto”, in modo da avere la possibilità di accorciare ulteriormente i capelli e di non ritrovarsi, invece, con un taglio troppo corto o con vere e proprie “zolle” di rasatura sulla testa.
Questo a meno che non si voglia sperimentare l’effetto “dama”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *