I consigli Giusti Per Te per arredare casa e gli errori da evitare

pubblicato in: Casa | 0

Quando si arreda una casa nuova o si ristruttura l’appartamento in cui già si vive, non si sa mai bene da dove cominciare. Sappiamo bene tutti però che spesso ci lasciamo trascinare da singoli elementi d’arredo scelti di pancia che poi però non danno una buona resa di insieme. Vediamo quindi quali sono i consigli utili per trasformare la propria casa in maniera funzionale e originale.

Le idee di arredo le troviamo tutto intorno a noi, quindi cerchiamo di diventare ottimi osservatori e teniamo d’occhio i colori, i materiali, il design, la disposizione degli oggetti, del mobilio e degli ambienti ogni volta che ci rechiamo a casa di qualcuno, che guardiamo un film o che leggiamo una rivista.

La parola d’ordine è coerenza, quindi come prima cosa scegliamo uno stile, un tema, che si ripeterà in tutte le stanze della casa. Scegliamo inoltre un massimo di tre colori che riproporremo nei vari ambienti: una base più neutra e riposante unita a uno o due colori più decisi e intensi. Questi ultimi li useremo per definire i dettagli, su una parete sola di una stanza ad esempio, oppure per i riquadri all’interno dei mobili.

Fatto questo, ragioniamo sul fatto che per creare dinamismo alla casa, è bene alternare pieni e vuoti, dunque mobili chiusi e mensole o mobili open. Non dobbiamo riempire a tutti i costi, per cui concentriamoci su ciò che è essenziale ed eliminiamo il superfluo.

Ora è giunto il momento di scegliere i materiali, e questi dipendono molto dal filo conduttore che si è scelto di seguire. Ricordiamoci però che materiali come il legno o la pelle conferiscono autenticità alla casa e risvegliano un senso primordiale di benessere e immersione nella natura. Un tocco caldo come questo sta sempre bene, anche in una casa moderna.

Soprattutto se si tratta di case piccole e specie se il budget della ristrutturazione è ridotto cerchiamo di scegliere soluzioni che si adattano a più scopi: un pouf puo’ essere un elemento di design, utile per avere una seduta in più quando vengono amici a cena e anche un ottimo modo per nascondere coperte e cuscini quando sono inutilizzati.

Se ci sono elementi della casa che non possiamo modificare per questioni strutturali o di budget, una colonna o la pavimentazione ad esempio, cerchiamo di mimetizzarli, spostando l’attenzione su altro. Se il pavimento è antiquato e rovinato copriamolo con dei bei tappeti, magari giocando su sovrapposizioni di forme e misure.

Per concludere ricordiamoci che le piante aiutano sempre e creano un ambiente più accogliente e armonioso, riempiono un vuoto quando non sappiamo cosa metterci e danno luminosità e vita all’ambiente.

I tre errori da non commettere invece sono:

  1. Creare stanze completamente monocromatiche: questo toglie qualsiasi dinamismo all’appartamento e lo fa sembrare, indipendentemente dal colore scelto, più piccolo e spersonalizzato. Per evitare dunque una casa asettica scegliamo una palette di colori, massimo tre, creando i giusti accostamenti.
  2. Appendere i quadri a casaccio, senza aver prima studiato uno schema: è importante appendere quadri o fotografie alle pareti seguendo un filo logico. Andrebbero posizionati nella metà superiore della parete ma senza mai arrivare troppo vicini al soffitto. Inoltre sarebbe meglio raggrupparli su una sola parete della stanza e giocare sulla contrapposizione di accostamenti tra quadri, foto di famiglia e magari disegni dei bambini.
  3. Selezionare gli oggetti/accessori senza averli collocati mentalmente: gli oggetti vanno sempre selezionati con molta cura in quanto si rischia di rovinare l’armoniosità del locale in cui sono posizionati. Vasi, sculture decorative, lampade ma anche decorazioni murali, cuscini e tappeti vanno scelti assegnandogli già una posizione e un sentimento vero e proprio che gli faccia prendere vita nel punto in cui andremo a collocarli.

Fidiamoci di noi stessi, se ci applichiamo, seguiamo i consigli giusti e ci mettiamo il cuore, saremo dei perfetti arredatori d’interni per la nostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *