Primavera, tempo di orto anche in città, le istruzioni Giuste Per Te!

postato in: Bambini, Casa, cibo | 0

Per realizzare il vostro piccolo orto “domestico” non serve per forza avere un terreno a disposizione. Se volete cimentarvi con un orto urbano su piccola scala avrete bisogno semplicemente di qualche vaso da posizionare sul balcone o sul terrazzo, un po’ di terriccio, un po’ di argilla espansa, qualche bustina di semi ed una paletta da giardinaggio.

Orto sul balcone

Vi mancano attrezzi e materiali e non potete uscire di casa per acquistarli?

Online si può veramente trovare tutto il necessario!

Volendo, si potrebbe posizionare sul balcone anche un piccolo contenitore da adibire a “compostiera” per trasformare gli scarti vegetali delle cucina e delle stesse coltivazioni da terrazzo in compost, che sarà un ottimo nutrimento per il vostro orto in vaso.

Può essere un modo veramente coinvolgente per trascorrere qualche ora durante la giornata e vogliamo mettere la soddisfazione di mangiare qualche verdura auto prodotta?

Si possono anche coinvolgere i bambini in un’attività educativa e divertente da fare in casa propria. Preparate tutto il necessario e rendeteli partecipi di tutti i passaggi. Il momento più entusiasmante per loro sarà quando potranno piantare! Lasciate che giochino con la terra e che si imbrattino mani e vestiti mentre scoprono cos’è un seme.

coltivazione in vaso

Vedere una “vita” che nasce dalla terra sarà un’incredibile avventura per loro e potrete seguire insieme a loro gli sviluppi della vostra piccola coltivazione.

La coltivazione in vaso non è difficile anche se richiede costanza e teoricamente tutte le piante si possono coltivare in vaso. Basta seguire alcune accortezze nella scelta del vaso giusto e delle dimensioni corrette ad ospitare l’ortaggio che deciderete di piantare.
E’ preferibile tuttavia selezionare varietà di ortaggi adatte a stare nel vaso, sfruttando al meglio lo spazio disponibile sul balcone e la luce solare disponibile.
Se lo spazio è particolarmente ristretto meglio optare per varietà di piante nane.

Ortaggi che si adattano molto bene alla coltura in vaso accontentandosi anche di contenitori molto piccoli sono le insalate, le coste, gli spinaci e le fragole, senza dimenticare le erbe aromatiche o i frutti di bosco. In vasi più grandi possiamo cimentarci con soddisfazione anche con piselli, fave e fagioli oppure peperoncini, pomodori e melanzane, privilegiando sempre varietà nane e piantandone solo poche piante.
Se il balcone è esposto a nord meglio evitare pomodori, peperoni, peperoncini e melanzane, che sarebbero penalizzati molto dalle poche ore di sole. I vasi devono essere disposti in modo che le colture non si facciano troppa ombra a vicenda.

Una delle cose fondamentali per la buona riuscita del vostro orto domestico è la giusta quantità di acqua. Il terriccio deve essere sempre umido ma mai fradicio e la cosa importante è evitare qualunque ristagno di acqua sul fondo del vaso. Per evitare la creazione del ristagno d’acqua, che farebbe marcire le vostre piantive, è importante che i vasi siano forati sotto e dotati di sottovaso o vaschetta che consenta una fuoriuscita dell’eccesso.

Sul fondo del vaso è bene predisporre qualche centimetro di ghiaia o argilla espansa che possa favorire ulteriormente la fuoriscita dell’acqua dalla terra.

disposizione vasi

Ricordate che l’acqua alle piante va data la sera o la mattina presto, evitando in modo assoluto le ore più calde. Quando innaffiate il vostro orto urbano abbiate anche cura di non innaffiare anche il balcone dei vicini, se abitate a un piano alto, o la testa dell’inquilino sotto di voi che potrebbe non gradire.

Le 5 piante più facili da coltivare per un orto sul terrazzo

  • Lattuga: assicuratevi di avere un contenitore alto almeno 20-30 cm e largo 40 cm. Già dopo poco più di un mese sarà pronta per la prima raccolta e se ben curata, la vostra insalata continuerà a rifarsi fino a metà novembre.
  • Basilico: il contenitore, in questo caso, deve essere profondo almeno 20 cm e largo minimo 10 cm. La produzione di foglioline già pronte da consumare inizia a 25 giorni circa dal trapianto. Il basilico in vaso è ottimo per preparasi in casa un ottimo pesto alla genovese!
  • Fragole: per le fragole è meglio utilizzare contenitori singoli profondi 40-50 cm e larghi almeno 20-30. La pianta della fragola comincia la sua produzione da giugno fino a ottobre.
  • Prezzemolo: la profondità minima del vaso deve essere di 30-40 cm e 20 in larghezza. Già dopo 40-60 giorni dal trapianto, le foglie saranno pronte da consumare.
  • Pomodoro: sono necessari contenitori da 30-40 cm di profondità e 30 di larghezza. Ricordate che le piante di pomodori si sviluppano in altezza ed onde evitare che, una volta fatti i frutti si spezzino, sarebbe preferibile munirsi da subito di un bastone di sostegno a cui legare la pianta.

Se decidete di cimentarvi e trasformare il vostro balcone in un piccolo orto urbano, mandateci le foto delle vostre creazioni e scriveteci per condividere la vostra esperienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *